Glossario Immobiliare

Glossario con i principali termini legati al mondo immobiliare e la loro definizione più comune.

TABELLA MILLESIMALE
elenco delle quote millesimali che rappresentano il valore delle singole unità immobiliari rispetto a quello dell'intero edificio in condominio, nonché la quota di comproprietà spettante per ciascuna unità immobiliare sulle parti comuni. Assume particolare importanza anche ai fini della ripartizione di molte delle spese condominiali.

T.A.R.
sigla per "Tribunale Amministrativo Regionale".

TARIFFA CATASTALE
valore, espresso in moneta, della rendita media annua assegnata all’unità di consistenza catastale (vano, metri cubi o metri quadrati) delle diverse categorie e classi di immobili.

TARIFFA D'ESTIMO CATASTALE
in relazione al Catasto Terreni, è il reddito per ettaro espresso in moneta per ciascuna qualità e classe di terreno.

TARIFFA PROFESSIONALE
compenso spettante a professionisti iscritti in determinati albi od ordini per le loro prestazioni. È generalmente stabilita da ciascun ordine professionale; in assenza di un albo o di un ordine e quindi di una tariffa professionale, il compenso, se non espressamente convenuto, si determina in base alle consuetudini locali, accertate dalla Camera di Commercio, e, in difetto, viene determinato dal giudice se le parti sono i disaccordo.

TASSA
tributo, che ha carattere di imposta, pagato allo Stato o a un ente pubblico in cambio di determinati servizi.

TASSA PER LA RACCOLTA RIFIUTI
tassa locale che costituisce il corrispettivo per la raccolta e il trasporto dei rifiuti solidi urbani. È dovuta dagli utenti degli immobili proprietari o conduttori che siano.

TASSE DI CONCESSIONE
tasse regionali o statali applicabili agli edifici.

TASSO DI INTERESSE
percentuale di interessi che viene applicata sull’importo del mutuo erogato dalla banca. È diverso da banca a banca ed è agganciato a vari parametri.

TERMINE DEI LAVORI
data entro la quale i lavori debbono essere ultimati. È usato, in particolare, in riferimento alle concessioni edilizie e ai decreti di espropriazione per pubblica utilità.

TERMINE DI GRAZIA
nei rapporti di locazione, termine temporale concesso dal giudice per sanare una morosità di pagamento.

TERMINE DI INIZIO LAVORI
termine (in genere di un anno, se non diversamente fissato dall’atto amministrativo) entro il quale devono essere iniziati i lavori di costruzione, al fine di evitare la decadenza della concessione edilizia.

TERMINE PERENTORIO
termine tassativo, trascorso il quale diventa inefficace o nullo l’atto giuridico tardivo.

TERRENO AGRICOLO
ai fini delle espropriazioni, terreno esterno al perimetro del centro abitato, non urbanizzato e non suscettibile di sfruttamento edificatorio di tipo urbano.

TERZO O TERZI
colui (o coloro) che non è parte di un rapporto giuridico e che può tuttavia far valere dei diritti o degli interessi legittimi nei confronti dei proprietari dei fondi in cui si costruisca.

TESSUTO URBANO
il complesso di elementi che costituiscono la struttura di un centro abitato o di una sua parte.

TESTO UNICO
raccolta di leggi vigentiche riguardano una sola materia.

TITOLO DI PROPRIETÀ
documentazione che attesta la proprietà di un bene.

TITOLO ESECUTIVO
sentenza in base alla quale il creditore può iniziare l’azione esecutiva su beni del debitore.

TRASCRIZIONE
atto formale, obbligatorio nei casi indicati dalla legge, che consiste nel trascrivere nei di registri pubblici fatti e diritti relativi a beni immobili (in alcuni casi anche mobili), allo scopo di evitare equivoci sulla proprietà, sull’esistenza di ipoteche ecc. sì da tutelare meglio l’interesse di terzi.

TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE
organo della giustizia amministrativa con competenza regionale e giurisdizione molto ampia. Giudica sui ricorsi contro provvedimenti amministrativi che si ritengono viziati da incompetenza, eccesso di potere o violazione della legge.

T.U.
sigla per "Testo Unico".

TUS
tasso ufficiale di sconto fissato dalla Banca d'Italia.

TUTELA
indica il "controllo amministrativo da parte di appositi organi sugli enti locali". Si definisce "tutela" anche l’incarico che il giudice conferisce a un soggetto affinché curi gli interessi patrimoniali e non di una persona, in genere minorenne, quando entrambi i genitori siano deceduti o non possano comunque esercitare la patria potestà.



Torna su