Glossario Immobiliare

Glossario con i principali termini legati al mondo immobiliare e la loro definizione più comune.

CANNA FUMARIA
condotto che raccoglie e convoglia fumi ed esalazioni dall’interno verso l’esterno dell’edificio.

CANONE DI LOCAZIONE
compenso corrisposto periodicamente per il godimento di un bene immobile urbano.

CANONE DI AFFITTO
compenso corrisposto periodicamente per il godimento di un fondo rustico.

CAPITALE
possono genericamente definirsi in tal modo quei beni che producono reddito.In relazione ai mutui bancari, si definisce "capitale" quella parte della rata che serve a restituire nel periodo di tempo stabilito il finanziamento richiesto.

CAPITALE ASSICURATO
valore dichiarato da chi stipula l’assicurazione dei beni oggetto di assicurazione.

CAPITOLATO
descrizione precisa e dettagliata dei lavori da eseguire e del materiale impiegato. Il capitolato è parte integrante del contratto d’appalto con il quale viene affidata a un’impresa la costruzione o la ristrutturazione di un immobile.

CARICO URBANISTICO
numero o volume di edifici gravanti su una determinata porzione di territorio.

CASSAZIONE
terzo e più elevato livello della magistratura ordinaria: civile per le cause civili; penale per i reati e tributaria.

CATEGORIE CATASTALI
classi risultanti dalla suddivisione per destinazione, qualità e caratteristiche degli immobili urbani. Le categorie catastali sono cinque: A (abitazioni), B (edifici a uso collettivo, come caserme o scuole), C (immobili commerciali, come box, negozi), D (immobili industriali), E (immobili speciali). In ogni categoria sono comprese più sottocategorie.

CAUZIONE
somma di denaro versata da una delle parti contraenti di un contratto per garantirne l’adempimento. In un’asta pubblica si definisce così la cifra prefissata dal giudice per la partecipazione alla vendita di un immobile.

C.C.
abbreviazione per "Codice Civile".

CERTIFICATO DI CONGRUITÀ DEL VALORE DICHIARATO
documento rilasciato dall’Amministrazione finanziaria attestante che il valore dichiarato in un atto dal contribuente viene ritenuto adeguato dall’Amministrazione stessa, che pertanto non procederà ad accertamento.

CERTIFICATO DI DESTINAZIONE D'USO
documento rilasciato dal Comune, di considerevole importanza ai fini del cosiddetto "silenzio-assenso" per le concessioni edilizie residenziali nei comuni che superino per numero di abitanti i 30.000.

CESSIONE DELLA LOCAZIONE
trasferimento del contratto di locazione da parte dell’inquilino a un terzo.

CLASSAMENTO
individuazione da parte del catasto della "classe" da attribuire a una determinata unità immobiliare a destinazione ordinaria.

CLASSAMENTO CATASTALE (TERRENI)
assegnazione a ciascuna particella della qualificazione (per esempio, arativo) e classificazione (classe).

CLASSE CATASTALE
le classi catastali sono in numero molto variabile; costituiscono un ulteriore elemento identificativo dell’immobile e vengono attribuite dall’ufficio tecnico erariale.

CLASSIFICAZIONE CATASTALE (IMMOBILI URBANI)
ripartizione di ciascuna categoria di immobili in classi che indicano le rispettive capacità di reddito.

CLASSIFICAZIONE CATASTALE (TERRENI COLTURE)
ripartizione di ogni coltura in classi che rappresentano i diversi gradi di produttività dei fondi rustici.

CLAUSOLA COMPROMISSORIA
accordo secondo il quale le parti si impegnano a dirimere eventuali controversie ricorrendo ad arbitrato.

CLAUSOLA PENALE
clausola contrattuale che prevede la somma dovuta dalla parte inadempiente o ritardataria nell’adempimento di un contratto.

CLAUSOLA RISOLUTIVA ESPRESSA
clausola contrattuale che contempla la rescissione del contratto nel caso di una specifica inadempienza di una delle parti.

CLAUSOLA VESSATORIA
clausola contrattuale per la cui efficacia è richiesta la doppia sottoscrizione.

COEFFICIENTE CATASTALE
classificazione introdotta per stabilire l’ammontare dell’equo canone. In base a essa alle diverse categorie catastali in cui sono classificate le abitazioni corrispondono differenti coefficienti moltiplicatori dei canone-base.

COEFFICIENTE DI DEGRADO O DI PARTICOLARE PREGIO
classificazione introdotta allo scopo di correggere quella dell’equo canone abitazioni e applicata agli edifici che si trovano in zone urbane degradate oppure di particolare pregio.

COEFFICIENTE DI MANUTENZIONE E CONSERVAZIONE
classificazione, introdotta ai fini dell’applicazione dell’equo canone abitazioni, in base alla quale a seconda che gli immobili siano classificati in "stato normale", "stato mediocre" o "stato scadente" diversi sono coefficienti moltiplicatori del canone-base.

COEFFICIENTI DI AGGIORNAMENTO CATASTALE
numeri moltiplicatori (stabiliti da decreti ministeriali) che si applicano alle rendite catastali originarie per aggiornarne i valori monetari.

COMMA
in ogni articolo di legge si definisce con tale termine la frase (o gruppo di frasi) compresa tra capoversi. In alcune delle leggi più recenti, ogni comma di ciascun articolo è preceduto da un numero progressivo (1, 2, 3 ecc.).

COMMISSIONE EDILIZIA
organo comunale formato da tecnici ed esperti in materia urbanistico-edilizia, a carattere consultivo. Esso ha il compito di esprimere pareri non vincolanti per il sindaco sulle domande di intervento edilizio.

COMMISSIONI CENSUARIE
organi consultivi che, oltre a valutare i ricorsi dei contribuenti contro le operazioni catastali, controllano e approvano categorie, classi e tariffe attribuite agli immobili.

COMMISSIONE TRIBUTARIA
organo cui è demandata la soluzione delle controversie fra contribuenti e fisco.

COMODANTE
il proprietario che concede un bene (immobile o mobile) in comodato ad altri.

COMODATARIO
colui che riceve un bene (immobile o mobile) in comodato dal proprietario.

COMODATO
contratto mediante il quale una parte (comodante) concede ad un’altra (comodatario) l’uso di un bene (immobile o mobile) a titolo gratuito.

COMPROPRIETÀ
proprietà indivisa di due o più persone sullo stesso immobile. Si definisce anche comunione.

COMUNE
ente locale i cui organi sono il sindaco, il consiglio comunale, la giunta.

COMUNIONE
vedi comproprietà.

CONCESSIONE EDILIZIA
atto mediante il quale il sindaco approva un progetto di costruzione o di ristrutturazione edilizia. La concessione può essere gratuita od onerosa, in quest’ultimo caso vanno pagati i cosiddetti "contributi di concessione".

CONCORDATO
accordo, in caso di contenzioso, fra fisco e contribuente sull’ammontare dell’imponibile su cui far gravare una detrminata imposta.

CONDIZIONE RISOLUTIVA (ESPRESSA)
clausola grazie alla quale al verificarsi di un evento incerto si rescinderà o si risolverà il contratto in corso di esecuzione.

CONDUTTORE
colui che detiene un immobile a titolo di locazione dietro pagamento di un corrispettivo. Sinonimo di inquilino.

CONFISCA
espropriazione di un bene senza ottenere indennità alcuna a seguito di un reato. Colpisce anche l’abusivismo edilizio nei casi in cui ricorrano le condizioni previste dalla legge.

CONSERVATORIA DEI REGISTRI IMMOBILIARI
ufficio presso cui si registrano le accensioni e le trascrizioni di ipoteche su beni immobili.

CONSERVAZIONE DEL CATASTO
serie di procedure volte all’aggiornamento dei documenti catastali per mezzo di volture e verificazioni periodiche. I documenti da aggiornare sono le mappe particellari, gli schedari delle partite, dei possessori e delle particelle.

CONSIGLIO DI CONDOMINIO
organo consultivo formato da un numero dispari di condomini che ha il compito di assistere l’amministratore nell’espletamento del suo mandato. Non è previsto dalle norme del Codice Civile, ma solo da numerosi regolamenti condominiali.

CONSISTENZA CATASTALE
in passato era valutata sulla base del numero di "vani" per le unità immobiliari di gruppo A; del volume in metri cubi per le unità immobiliari di gruppo B, della superficie per le unità immobiliari di gruppo C; per il futuro sarà valutata sulla base della superficie delle unità immobiliari a destinazione ordinaria.

CONSOLIDAMENTO
lavori necessari per assicurare o migliorare la stabilità di un edificio.

CONSTATAZIONE NOTARILE
atto mediante il quale un notaio constata il verificarsi di un determinato fatto ad una determinata data.

CONTENZIOSO
lite giudiziale o ricorso amministrativo dal punto di vista procedurale.

CONTRATTO
patto fra due o più contraenti allo scopo di stabilire, regolare o porre fine a un rapporto avente contenuto patrimoniale.

CONTRATTO ALEATORIO
contratto la cui durata dipenda da un evento imprevedibile.

CONTRATTO PRELIMINARE
detto anche compromesso, è l’accordo con il quale le parti si impegnano a stipulare in seguito un contratto definitivo. Con il contratto preliminare, per esempio, non vi è trasferimento di proprietà, ma ci si impegna a stipularlo in futuro, stabilendo però già prezzo e condizioni, nonché il termine per la stipula del contratto definitivo.

COOPERATIVA EDILIZIA
società senza scopo di lucro costituita per la costruzione (o l’acquisto) di abitazioni da assegnare ai soci. La cooperativa si dice:
- a proprietà divisa: se le abitazioni sono assegnati ai soci in proprietà esclusiva sotto forma condominiale;
- a proprietà indivisa: se è previsto che le abitazioni restino sempre di proprietà indivisa della cooperativa e siano quindi assegnate ai soci soltanto in godimento.

COPERTURA ASSICURATIVA PROVVISORIA
copertura assicurativa a carattere temporaneo, valida per il periodo di tempo occorrente a perfezionare il contratto assicurativo.

CORTE COSTITUZIONALE
organo costituzionale avente diversi compiti, fra cui quello di valutare la costituzionalità delle leggi e degli atti aventi forza di legge. Quando La Corte Costituzionale ne dichiara l’illegittimità la norma cessa di avere efficacia. La questione di legittimità costituzionale può essere sollevata da una delle parti in causa durante lo svolgimento di un processo, oppure può essere sollevata d’ufficio dai magistrati. Qualora i motivi di presunta incostituzionalità di una norma non siano ritenuti manifestamente infondati, gli atti del processo sono rimessi alla Corte Costituzionale e il processo viene sospeso fintantoché essa non si sia pronunciata.

COSTRUZIONE ABUSIVA (O ILLEGITTIMA)
costruzione effettuata senza che sia stata rilasciata la concessione edilizia oppure senza rispettare, in tutto o in parte, il progetto approvato.

COUSUFRUTTUARIO
chi condivide il diritto di usufrutto con altri sullo stesso bene.

C.P.
abbreviazione per "Codice Penale".

C.P.C.
abbreviazione per "Codice di Procedura Civile".

C.P.P.
abbreviazione per "Codice di Procedura Penale".

Torna su